Cos’è il plein air

Alle volte diamo per scontato che gli altri sappiano già tutto quello che sappiamo noi.

Ci sono concetti e informazioni così radicati nella nostra mente che non prendiamo  in considerazione l’idea  che non siano nella mente di tutti.

É proprio quello che mi è successo con l’  “en plein air” :non c’è un momento preciso in cui ricordo di aver appreso che le vacanze in camping si chiamassero così,  lo so e basta.

Poi un giorno mi capita che più persone mi chiedano cosa significhi “plein air”; a questo punto , cascando dalla nuvole, mi sono effettivamente resa conto che non è un termine di uso comune.

Spiegarlo non è semplice. È più una sensazione piuttosto che un concetto.

Qui ho cercato di riassumervi cos’è  il plein air  (outdoor se vi sentite più anglosassoni) e spero che possiate iniziare ad apprezzarlo o a scoprirlo almeno un pochino di più insieme a noi.

Cos’è per noi il plein air

Se cercate en plein air su Google quasi sicuramente vi uscirà la corrente di pensiero pittorica dell’800:gli impressionisti che iniziavano ad abbandonare i propri atelier per dipingere appunto all’aria aperta, rappresentando la vera essenza delle cose e quello che gli si proietta davanti agli occhi senza filtri.

Se per gli impressionisti lo sfondo non è qualcosa di aggiuntivo ma ha la stessa importanza del soggetto, così anche per le vacanze all’aria aperta il contesto in cui ci si trova e la struttura in cui si decide di soggiornare ha un significato fondamentale.

Da qui l’importanza di vivere a contatto con la natura e con l’ambiente circostante , dove i cinque sensi si riattivano; ed ecco quindi  che i profumi , i suoni e i sapori si fanno più intensi.

Quasi sempre il turismo en plein air  è indipendente e lontano dal turismo di massa.

Certe volte può diventare sinonimo di itinerante, pensate ai camper ,  alle roulotte o anche a chi macina chilometri e chilometri in sella alla propria moto con in spalla una tenda. Ma questo non è necessario, infatti può anche essere inteso come stanziale.

Sicuramente è flessibile ,se un posto ci piace rimaniamo, se non ci piace ci spostiamo. Inoltre, non sempre ci sono restrizioni riguardo le  prenotazioni, quindi si è liberi in caso di imprevisti ( e noi ahimè, ne abbiamo sempre parecchi)

In molti casi fa parte del cosiddetto turismo responsabile, o per lo meno dovrebbe esserlo.

Noi personalmente prediligiamo il campeggio per essere a stretto contatto con la natura, ma  anche quando scegliamo strutture più tradizionali  cerchiamo di avere un approccio con la cultura dei luoghi scegliendo b&b a gestione famigliare; soprattutto quando ci troviamo in zone meno urbanizzate.

 

Plein air: viaggiare risparmiando.

Noi siamo sicuramente dei viaggiatori low cost , per il semplice motivo che non abbiamo , purtroppo , un budget illimitato, di conseguenza meno spendiamo più viaggi facciamo; e per noi conoscere e visitare più luoghi possibili conta di più del lusso e del “serviti e riveriti”.

Tralasciamo il fatto che ci sono dei “lussi” che sono impagabili, per esempio dormire all’ombra di un albero o aprire gli occhi vedendo direttamente il mare; le vacanze in campeggio sono spesso considerate vacanze al risparmio , un ” vorrei ma non posso” e in tanti casi è così, ci permette di soggiornare più a lungo spendendo meno.

Quello che non si considera è che non si arriva ad amare ed assaporare questo stile di vita se lo si fa solo per una questione economica. Soprattutto chi affronta investimenti talvolta  importanti come l’acquisto di un camper , a nostro parere ,non lo fa certo per una questione di risparmio.

Specialisti del settore dicono che  sempre più viaggiatori si stanno approcciando al mondo del plein air e che sia un fenomeno in crescita. Forse questo è dovuto anche alla crisi che sta risvegliando la voglia di provare questo stile di vacanza per certi versi alternativo e anticonformista per poi scoprire che oltre ad essere economico c’è molto di più.

In ogni caso, qualsiasi sia il vostro fattore stimolante o  stile di vacanza , se condividete almeno una parte delle nostre motivazioni siete i benvenuti! Ci piacerebbe sapere il vostro parere e cos’è secondo voi il turismo plein air.

E se non siete per nulla d’accordo? Allora fateci scoprire il vostro punto di vista.